Tassa scolastica 3.500 € all'anno

La tassa di iscrizione per gli studenti non comunitari che entrano in Italia con un visto di studio viene calcolata sulla base di una tariffa fissa e dipende dalla cittadinanza.
Se gli studenti extracomunitari provengono da una famiglia con risorse finanziarie limitate, possono scegliere di calcolare la quota di iscrizione in base al reddito familiare (in tal caso sarebbe compresa tra € 156,00 e € 3.985,00 annui).
Per maggiori informazioni consultare questo link

Tassa di iscrizione 35 € per programma

This fee is not refundable.

Maggiori informazioni

giurisprudenza.cdl.unipv.it 

Panoramica

Il Corso di laurea magistrale in Giurisprudenza persegue l’obiettivo di formare un giurista aggiornato e consapevole del ruolo svolto nella società, assicurando una preparazione di livello superiore fondata sulla piena padronanza degli strumenti scientifici e metodologici necessari per un’adeguata impostazione di ogni questione giuridica generale o speciale. Il Corso mira in particolare a garantire, sulla base di solide cognizioni culturali di base, il possesso: a) di una sicura capacità di ragionamento, di analisi e di collegamento tra le varie fonti del diritto; b) della capacità di produrre, anche mediante l’uso di strumenti informatici, testi giuridici normativi, negoziali e processuali chiari, pertinenti, argomentati ed efficaci in rapporto ai contesti di impiego; c) di spiccate capacità di comprensione dei problemi, di approfondimento casistico, di qualificazione giuridica, di rappresentazione delle fattispecie e di valutazione delle circostanze al fine di affrontare con competenza le questioni interpretative e applicative del diritto; d) degli strumenti di base per il costante aggiornamento delle conoscenze professionali.
Il Corso è a ciclo unico e ha la durata di cinque anni, di cui gli ultimi due sono caratterizzati dalla presenza di numerose materie a scelta e di indirizzo, al fine di consentire l’approfondimento di specifici settori di interesse dello studente. Di conseguenza, accanto a una solida preparazione nelle materie storico-filosofiche, comparatistiche e giuridico-economiche e nei settori scientifici di base e caratterizzanti della scienza giuridica (diritto costituzionale, diritto privato, diritto commerciale, diritto internazionale, diritto dell’Unione Europea, diritto amministrativo, diritto penale, diritto del lavoro, diritto processuale), il Corso offre molteplici possibilità di approfondimento in ambiti quali i diritti fondamentali, il diritto di famiglia, il biodiritto, il diritto europeo del lavoro, il diritto islamico, i bilanci societari, il diritto bancario, il rapporto tra diritto, scienze e nuove tecnologie, il diritto dell’ambiente, la lingua del diritto, la medicina legale, e così via. L’attività didattica viene costantemente integrata, anche nel quadro di convenzioni con università estere, attraverso l’organizzazione di seminari, stages, conferenze, attività di tutorato e visite guidate.
Il Corso mira altresì a far acquisire la capacità di utilizzare fluentemente, in forma scritta e orale, almeno una lingua dell’Unione Europea, oltre l’italiano, con particolare riferimento agli specifici lessici disciplinari. Anche a tale scopo periodicamente vengono organizzati gruppi di studenti che partecipano a concorsi di simulazione processuale (Moot Courts) nazionali e internazionali. Particolare e specifica attenzione è rivolta all’acquisizione di competenze, tecniche e giuridiche, per la comunicazione e la gestione dell’informazione con strumenti e metodi informatici e telematici. È inoltre prevista la possibilità di svolgere periodi di tirocinio presso studi legali o istituzioni ed enti pubblici e privati.

Struttura del programma

Study plan and further information are available at this link

DOUBLE DEGREE
The Department has successfully implemented a Double Degree program with a prestigious University in Argentina. This bilateral agreement allows the students who participate in the program to obtain an Italian degree and the equivalent foreign title. Learn more here

Sbocchi professionali

La laurea magistrale in Giurisprudenza è obbligatoria per coloro che intendano svolgere le professioni di avvocato o notaio ovvero accedere ai ruoli della magistratura, dell’alta dirigenza pubblica o della carriera diplomatica. La laurea magistrale consente altresì di svolgere attività professionale e/o di consulenza in un ampio ventaglio di realtà occupazionali e lavorative e più precisamente, in estrema sintesi, nella dirigenza e nella gestione di imprese pubbliche e private, in tutti i ruoli e gli ambiti dell’amministrazione e dell’ordinamento giudiziari, in tutti i ruoli e gli ambiti dell’amministrazione dello Stato, in tutti i ruoli e gli ambiti dell’amministrazione di regioni, province e comuni, negli studi professionali e di consulenza, nelle istituzioni economiche, finanziarie, bancarie e assicurative nazionali e internazionali, nelle organizzazioni internazionali pubbliche e private, nelle organizzazioni onlus e no profit nazionali e internazionali, negli enti e organizzazioni che svolgono attività di mediazione, nelle aziende informatiche, nelle aziende socio-sanitarie, nelle organizzazioni politiche e sindacali.

Candidati ora! Anno accademico 2022/23
Scadenza per le candidature
31/mag/2022 23:59:59
GMT

5th intake

Inizio degli studi
26/set/2022

Le scadenze per le candidature valgono per i cittadini di: Stati Uniti

Candidati ora! Anno accademico 2022/23
Scadenza per le candidature
31/mag/2022 23:59:59
GMT

5th intake

Inizio degli studi
26/set/2022

Le scadenze per le candidature valgono per i cittadini di: Stati Uniti